News

Progetti di cooperazione europea: online i risultati della call più attesa dell'anno

L'Italia è il paese più rappresentato con 16 progetti cofinanziati

Immagine dell'annunciatrice RAI Orsomando

Progetti di cooperazione europea: online i risultati della call più attesa dell'anno

Dopo un'attesa un po' più lunga del previsto, l'EACEA ha pubblicato i risultati della call 2018 sui progetti di cooperazione europea di Europa Creativa. Tutto è cominciato il 18 settembre 2017 con il lancio del bando e si è concluso con la deadline del 18 gennaio 2018: sono stati mesi molto duri, perché scrivere un progetto di cooperazione richiede tempo, passione e confronto con altri partner europei.

I risultati? Partiamo con l'Italia e facciamo i complimenti ai 13 progetti cofinanziati per la piccola scala:

  1. "CReative European ARCHives as innovative cultural hubs" di Fondazione Banco di Napoli.
  2. "Reconstruction of identities" del Comune di Savignano sul Rubicone.
  3. "CrossOpera. Otherness: fear and discovery" della Fondazione Teatro Comunale di Modena.
  4. "CLASH! When classic and contemporary dance collide and new forms emerge" del Balletto di Roma Consorzio Nazionale del Balletto SCARL.
  5. "Four by Four. Discovering Young Composers of Europe" di Divertimento Ensemble.
  6. "POWER – Performances Of Wide Enrichment to Raise awareness on different abilities and promote integration" di Nazareno società Cooperativa Sociale.
  7. "Opera InCanto" di Europa InCanto Onlus.
  8. "Opera out of Opera" del Consevatorio di Santa Cecilia.
  9. "Music for Sound Integration in the Creative sector" di Ensemble Amadeus.
  10. "Unprepared Heart" di Fondazione MUBA.
  11. "Teen Ambassadors across Europe" di Segni d'Infanzia Associazione Artistica e Culturale.
  12. MAUERSPRINGER (Jumping walls) New forms of artistic expression and participation in European street theatre di Teatro Due Mondi Associazione Culturale.
  13. "Rights4kids - Theatre Performances to promote the Convention on the Rights of the Child" di AIDA.

Continuiamo sempre con l'Italia e facciamo i complimenti ai 3 progetti cofinanziati per la larga scala:

  1. "MAPPING - A Map on the aesthetics of performing arts for early years" di La Baracca Società Cooperativa Onlus.
  2. "Audience DEvelopment STrategies for cultural organizations in Europe" di Fondazione Fitzcarraldo.
  3. "Be SpectACTive!" dell'Associazione Culturale Capotrave/Kilowatt

QUINDI? L'ITALIA È IL PAESE CHE HA AVUTO IL NUMERO DI PROGETTI PIÙ ALTO COFINANZIATO DALLA CALL

Nei prossimi mesi 16 nuove storie inizieranno un meraviglioso viaggio oltre i confini nazionali. Per la piccola scala in Italia sono stati cofinanziati 13 progetti su 81 per un grant totale di € 2.528.618,40. Dopo l'Italia troviamo UK con 10 progetti, Francia e Germania con 9, Belgio, Croazia, Paesi Bassi con 5.
Per la larga scala, invece, sono stati cofinanziati 3 progetti su 12 per un grant totale di € 5.152.723,32. Insieme all'Italia troviamo l'Austria con 3 progetti, mentre la Francia è al primo posto con 4 progetti.
Se consideriamo il numero di project leader e partner, l'Italia rimane il paese più rappresentato con 48 associazioni coinvolte nei progetti.

QUALI SONO I DATI GENERALI?

Tra piccola e larga scala sono state selezionate 101 proposte su 530 inviate da 23 paesi europei: 84 per la piccola scala e 17 per larga scala. Il budget totale stanziato per entrambe le categorie è di 41.454.101,07 euro. Si tratta di un buon risultato e di un aumento del 25% dei progetti cofinanziati rispetto al 2017.

CONSIDERAZIONI FINALI E INFORMAZIONI SULLA PROSSIMA CALL

Qui al Desk siamo molto felici per il risultato dell'Italia, perché conosciamo e abbiamo seguito quasi tutte le storie che si nascondono dietro i progetti cofinanziati, soprattutto per la larga scala. Abbiamo anche seguito quelle dei progetti che non sono passati per un punto, per qualche punto o per molti punti e invitiamo tutti a non demordere e passare da noi per un confronto.

La prossima call? Non possiamo dare una risposta precisa, perché la pubblicazione di una call dipende da un processo di negoziazione a Bruxelles, che non può essere fissato già da adesso su un calendario. Per darvi un'idea, possiamo suggerirvi di aspettare l'inizio dell'autunno. Se dovessimo avere delle novità, le pubblicheremo sul sito e le faremo viaggiare attraverso i nostri social e la newsletter.

Dal mese di settembre riprenderemo con i nostri eventi. Abbiamo già chiuso il programma per il 2018 e vi chiediamo solo la cortesia di pazientare, per darci il tempo di definire le date e realizzare tutto nel modo migliore possibile. Anche quest'anno non mancherà il seguito di No partner, no party, l'infoday sui progetti di cooperazione di Europa Creativa. Ne vedrete delle belle.

Link:
Risultati Progetti di Cooperazione Europea 2018 - EACEA 32/2017

Marzia Santone

23 Luglio 2018 - © Creative Europe Desk Italia

© Copyright 2013-2018  |  Creative Europe Desk Italia - Ufficio Cultura Logo del MIBAC

OK Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando sul pulsante OK, o continuando la navigazione, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.