News

Luglio col bene che ti voglio: in arrivo la prossima call dei progetti di cooperazione - call 2014: istruzioni per l'uso

Immagine di una spiaggia

Luglio col bene che ti voglio: in arrivo la prossima call dei progetti di cooperazione - call 2014: istruzioni per l'uso

Oggi è 7 Luglio e manca ormai poco alla pubblicazione della call di Europa Creativa più attesa dell'anno: i progetti di cooperazione europea. Siamo da poco tornate dal primo Creative Europe Desks Meeting tenutosi a Maratona e la Commissione Europea e l'EACEA hanno spoilerato che la prossima call di cooperazione verrà pubblicata intorno alla metà di Luglio.

Cosa fare nel frattempo affinchè l'attesa non vi logori?

Di seguito dieci consigli per voi.

1. Attenti a quello che circola sul web e fidatevi soltanto del Creative Europe Desk Italia - Ufficio Cultura. Ne abbiamo lette di tutti i colori (del tipo: i progetti di cooperazione finanziano il patrimonio culturale, i privati non possono partecipare e compagnia bella)!

2. Leggete, leggete, leggete!! Iniziate da criteri di ammissibilità, obiettivi e priorità sul nostro sito web e approfondite con linee guida 2013 sui progetti di cooperazione europea. Se volete esagerare, un'ottima lettura è European Audiences 2020 and beyond, dedicata all'audience development, nuova priorità di Europa Creativa.

3. Se non trovate il vecchio eForm della call 2013, no panic: con la nuova call verrà uplodato un nuovo modello di eForm.

4. Se non potete ancora scaricare l'Eform, potete, però, iscrivervi al portale dei partecipanti. La registrazione al portale è necessaria per ottenere il Participant Identification Code (PIC) che vi consentirà di scaricare prossimamente l'eForm sul sito web dell'EACEA. Ricordate che l'iscrizione deve essere fatta sia dal project leader, che dai partner!!!

5. Se vi occorre ispirazione sui vecchi progetti di cooperazione del Programma Cultura 2007-13, consultate la Creative Europe Dissemination Platform, in cui al momento ci sono soltanto i progetti della precedente programmazione. Quindi state attenti: l'ex Programma Cultura prevedeva esclusivamente mobilità di opere e operatori culturali e dialogo interculturale. Il dialogo interculturale non è più un obiettivo dei progetti di cooperazione e la mobilità rappresenta solo una parte dei nuovi progetti che devono, per esempio, essere incentrati anche sul rafforzamento del settore culturale e creativo, l'audience development e l'utilizzo delle ICT.

6. Ricordatevi sempre di controllare la lista dei Paesi non EU che partecipano al programma. La lista è costantemente aggiornata dalla Commissione Europea (a proposito...diamo il benvenuto alle nuove arrivate Serbia e Albania).

7. In cerca di partner? Iscrivetevi al nostro nuovo database ricerca partner!

8. Prima di iscrivervi a un evento non ufficiale sulle prossime call, tenete presente che a fine Luglio faremo un grande infoday sui progetti di cooperazione e potrete partecipare tutti, ma davvero tutti (maggiori info a breve sul nostro sito web).

9. Per qualsiasi altro consiglio, scriveteci attraverso la nostra area riservata @CreativeSpace (attiva dal Lunedì al Venerdì) e/o chiamateci durante i giorni di help desk telefonico.

10. Se non avete cliccato sugli iperlink che abbiamo inserito, vi consigliamo di farlo.

A presto!

Lo staff del Creative Europe Desk Italia - Ufficio Cultura.

Marzia Santone

7 Luglio 2014 - © Creative Europe Desk Italia

© Copyright 2013-2018  |  Creative Europe Desk Italia - Ufficio Cultura Logo del MIBAC

OK Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando sul pulsante OK, o continuando la navigazione, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.