News

Europa Nostra Awards: svelati i vincitori dell’edizione 2017

Quattro i progetti italiani premiati su 29

Banner dell'evento

Europa Nostra Awards: svelati i vincitori dell’edizione 2017

Bruxelles / L’Aia, 5 aprile 2017
La Commissione Europea e Europa Nostra hanno appena annunciato i vincitori dell’edizione 2017 del Premio dell’Unione Europea per i Beni Culturali / Europa Nostra Awards.

29 vincitori su 202 domande inviate, provenienti da 18 paesi nelle seguenti categorie:

  • Conservazione.
  • Ricerca.
  • Contributi di singoli o organizzazioni.
  • Educazione, Formazione e Sensibilizzazione.

Mi congratulo con tutti i vincitori. I loro risultati dimostrano ancora una volta quanto molti europei siano impegnati nel proteggere e salvaguardare il proprio patrimonio culturale. I loro progetti evidenziano il ruolo significativo del patrimonio culturale nella nostra vita e nella nostra società. Soprattutto oggi, con la società europea posta di fronte a molte grandi sfide, la cultura assume un ruolo fondamentale per aiutarci a far conoscere la nostra storia e i nostri valori comuni al fine di promuovere la tolleranza, comprensione reciproca e integrazione sociale. L’Anno europeo dei Beni culturali nel 2018 sarà l’occasione ideale per concentrarsi su quello che ci unisce come europei - la nostra storia comune, la cultura e il patrimonio. La Commissione europea continuerà a sostenere questo premio e altri progetti relativi al patrimonio attraverso il nostro programma Creative Europe”. Queste le parole di Tibor Navracsics, Commissario Europeo per l’Istruzione, la Cultura, la Gioventù e lo Sport.

Banner dell'evento

Tra i 29 vincitori ci sono anche quattro eccellenti progetti italiani:

Tra tutti, la storia di Carnival King of Europe, inizia con il Programma Cultura 2007 - 13 e ora prosegue con i fondi di ricerca ordinari dell’istituto coordinatore del progetto, il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina (Trentino Folklife Museum) di San Michele all’Adige, un importante museo etnografico delle Alpi italiane.
Con un partenariato di 9 musei etnografici europei, il progetto ha svelato le radici comuni delle mascherate carnevalesche invernali che hanno luogo in Europa e ha documentato quasi un centinaio di mascherate in 14 paesi europei, dai Balcani all’Iberia, passando per l’Europa centrale, le Alpi e l’intera penisola italiana.

Questo progetto ha grande valenza in quanto dimostra che la gente delle diverse regioni d’Europa mantiene nei suoi valori e nelle sue tradizioni alcune somiglianze di lunga data. Focalizzandosi sulla tradizione europea del carnevale, il team di ricerca ha reso evidenti queste somiglianze nel contesto di una festa che incoraggia interazione e cooperazione all’interno della comunità, e la rappresentazione dell’identità locale”, le parole della giuria.

La cerimonia di premiazione di Europa Nostra Awards, organizzata dal Commissario UE Navracsics e dal Maestro Plácido Domingo, si terrà nella storica città di Turku il 15 maggio 2017. Durante la cerimonia, saranno annunciati sia i sette vincitori del Gran Premio, che riceveranno 10.000 euro, sia il vincitore del Premio del Pubblico.

E non finisce qui: fino al 3 maggio 2017 potete votare online i vostri 3 progetti preferiti e avere la possibilità di vincere un viaggio per due persone in Finlandia e di essere ospiti speciali alla cerimonia di premiazione a Turku.

E per concludere: la prossima call dell’edizione 2018 di Europa Nostra Awards sarà aperta dal 15 maggio al
1 ottobre 2017.

Europa Nostra Awards: i 29 vincitori
Europa Nostra Awards: comunicato stampa in italiano

Marzia Santone

5 Aprile 2017 - © Creative Europe Desk Italia

© Copyright 2013-2016  |  Creative Europe Desk Italia - Ufficio Cultura

OK Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando sul pulsante OK, o continuando la navigazione, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.