News

Europa Creativa: call for proposal per organizzare e implementare i Premi del patrimonio europeo 2019-2021

Banner promozionale Premio europeo patrimonio culturale

Europa Creativa: call for proposal per organizzare e implementare i Premi del patrimonio europeo 2019-2021

La Commissione Europea ha lanciato una call for proposal per organizzare e implementare i "Premi sul patrimonio europeo 2019 – 2021". Molti di voi lo conosceranno come "Premio dell'Unione Europea per il Patrimonio culturale / Europa Nostra Award", lanciato nel 2002 dalla Commissione Europea in partnership con Europa Nostra, la federazione pan-europea per il Patrimonio culturale.

Un dettaglio del mosaico di Aquileia class=

Ogni anno il Premio, così come lo conosciamo, ci fa scoprire delle storie sul patrimonio culturale. Tra quelle del 2018 troviamo, per esempio:

  • il restauro di una chiesa bizantina in Grecia, con la sua serie unica di affreschi risalenti all'VIII e al IX secolo, reso possibile da una cooperazione tra organizzazioni greche e svizzere;
  • lo sviluppo di un nuovo metodo di conservazione del patrimonio culturale delle dimore storiche europee, nato dalla collaborazione di cinque istituzioni in Francia, Italia e Polonia;
  • la dedizione di una rete internazionale di ONG che da oltre 30 anni si impegna a salvaguardare Venezia;
  • la creazione di un programma di istruzione pubblica che offre a tutti i bambini e i giovani finlandesi l'opportunità di interagire con il proprio patrimonio culturale e può servire come fonte di ispirazione per altre iniziative simili in tutta Europa.

I nuovi premi faranno sempre parte del Programma Europa Creativa e saranno un modo per trasmettere l'eredità dell'Anno Europeo del patrimonio culturale 2018. Il patrimonio appartiene a tutti noi e ci tiene uniti come cittadini di un'Europa basata su una storia e dei valori comuni: "è la diversità culturale, bellezza".
Non solo. Il patrimonio culturale conta per l'Europa, in quanto può generare degli effetti di spillover nell'economia, la società, la cultura e l'ambiente, come indicato nello studio "Cultural heritage counts for Europe", che si inserisce nella scia della "Convenzione di Faro".
E poi: il patrimonio culturale e anche tra gli obiettivi della Nuova Agenda Europea per la Cultura, nella quale leggiamo, per esempio, che "proteggere e promuovere il patrimonio culturale dell'Europa inteso come risorsa condivisa", è fondamentale per "aumentare la consapevolezza della nostra storia comune e dei valori che condividiamo e per rafforzare un senso di identità europea comune".

Europa Nostra - Castle of Sammezzano, Tuscany, ITALY | https://www.flickr.com/photos/europanostra/38925521864/

La call individuerà un'organizzazione o consorzio che dovrà implementare un meccanismo solido e credibile per selezionare progetti che illustrino l'obiettivo e le priorità del Premio per il patrimonio materiale, immateriale, naturale e digitale, ossia:

  • sensibilizzare sui temi e le sfide del patrimonio;
  • riconoscere i risultati ottenuti per proteggere la cultura europea;
  • avvicinare i cittadini al patrimonio e alla "bellezza".

Sarà, quindi, importante promuovere, attraverso il premio, sia eccellenti esempi di conservazione - compreso il riutilizzo - che dimostrino il ruolo e il valore del patrimonio per la società e l'economia europee, sia buone pratiche che evidenzino l'importanza della formazione professionale e la necessità di esportare competenze europee nei mercati internazionali. E poi, sarà importante riconoscere e comunicare il ruolo fondamentale che ha la ricerca nella conservazione e nella valorizzazione.

Di seguito le principali attività e risultati dei Premi:

  • implementare un meccanismo sostenibile e credibile per selezionare progetti sul patrimonio culturale che ne illustrino la natura tangibile, intangibile, naturale e digitale;
  • premiare insieme alla Commissione Europea almeno sette Grand Prix di diecimila euro ciascuno tra i vincitori;
  • organizzare attività di comunicazione, compresa una cerimonia annuale per lo showcase dei talenti e della creatività;
  • assicurare un'elevata visibilità del premio, dei vincitori e dei valori che il premio promuove;
  • creare engagement e raggiungere i cittadini europei, in generale, le nuove generazioni e i gruppi sotto - rappresentati;
  • sviluppare attività di networking, incluso un collegamento con le Giornate europee del patrimonio e con il Marchio del patrimonio europeo.

L'applicant selezionato dovrà firmare un accordo quadro di partenariato di tre anni con la Commissione Europea. Il budget totale del bando è di 1,2 milioni di euro, dei quali 400 milioni di euro saranno stanziati nel primo anno (2019).

C'è tempo fino al 17 agosto 2018 per partecipare.

Maggiori informazioni sul sito della call.

Link: call for proposal per organizzare e implementare i Premi del patrimonio europeo 2019-2021

Marzia Santone

2 Luglio 2018 - © Creative Europe Desk Italia

© Copyright 2013-2018  |  Creative Europe Desk Italia - Ufficio Cultura Logo del MIBAC

OK Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando sul pulsante OK, o continuando la navigazione, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.