Be inspired » Audience development

Audience development

Audience development.

Per Audience development si intende il processo strategico e dinamico di allargamento e diversificazione del pubblico e di miglioramento delle condizioni complessive di fruizione.

Questa è la definizione ufficiale che troviamo nelle linee guida del Sottoprogramma Cultura e siamo partiti da qui perché il concetto di AD è vago: l’AD non è una disciplina specifica, anche se si nutre di tante discipline, tra cui il marketing culturale, l’antropologia e la comunicazione culturale e soprattutto di pratica. Tutto dipende dal “gioco linguistico” in cui lo inseriamo: “cultural participation”, “active spectatorship/citizenship, “audience building”, per esempio, sono alcuni dei tanti nomi che si riferiscono all'audience development. Niente di nuovo: la cultura senza pubblico si ridurrebbe a un ossimoro.

Niente di nuovo, anche se qualcosa è cambiato: l’irruzione del nuovo paradigma delle ICT, la rivoluzione digitale e il web 2.0, dell’“era dell’accesso” hanno modificato decisamente la distribuzione e l’accessibilità dei prodotti culturali, inserendoli in un contesto multidimensionale in cui il pubblico diviene “creatore” di contenuti.

La definizione suggerisce di ampliare e diversificare il pubblico: non si tratta, quindi, soltanto di rivolgersi al pubblico “fidelizzato”, ma anche di raggiungere pubblico nuovo, diverso, facendo i conti anche con le barriere economiche, sociali, psicologiche e fisiche.

L’AD richiede tempo, proprio per questo viene definito spesso un “processo” pianificato, continuativo e, soprattutto, lungo.

Nei progetti del Sottoprogramma Cultura l’audience development rappresenta sia una priorità specifica, che una priorità trasversale.

Alcuni suggerimenti per sviluppare la tua strategia di audience li trovi nelle linee guida a pag. 28, oppure puoi prendere ispirazione dai seguenti video, articoli e siti web. Si tratta di una bibliografia ufficiale e non che potrà esserti utile per sviluppare questo tema.

Questa  pagina è in continuo aggiornamento: se hai dei link interessanti da suggerirci, scrivici pure a europacreativa.cultura@beniculturali.it.

Culture in Motion: European audiences and beyond, 2012 (link momentaneamente fuori uso).

European Audiences: 2020 and beyond, conference conlcusion (link momentaneamente fuori uso).

Culture in Motion, European Audiences, panel I

Culture in motion, European Audiences, panel 2

Culture in motion, European Audiences, closing session

Yoel Gamzou @ European Culture Forum, Brussels 2013

European Commission, European Audiences: 2020 and beyond

Eurobarometer,Culture Access and participation

Open Method of Coordination  (OMC), (2012),  Report on Access to Culture. Policies and good practices in the public arts and in cultural institutions to promote better access to and wider participation in culture, European Commission

Eurostat - Eropean Commission: Cultural Statistics 2011

Holden, J. Capturing Cultural Value. How culture has become a tool of government policy, DEMOS, London

Quali politiche per un pubblico nuovo. Un percorso di ricerca e azione per i musei di Torino e del Piemonte, Fondazione Fitzcarraldo, Torino

Nina Simon, The participatory museum:

Arts Council of England, Audience development and marketing

Adeste: Audience DEveloper: Skills and Training in Europe

Siti web:
http://mhminsight.com/
http://www.theaudienceagency.org/
http://www.fitzcarraldo.it/

(continua)

© Copyright 2013-2016  |  Creative Europe Desk Italia - Ufficio Cultura

OK Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando sul pulsante OK, o continuando la navigazione, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.