Europa Creativa » Fondo di Garanzia

Fondo di Garanzia per i settori culturali e creativi

Banner promozionale del Fondo di Garanzia di Europa Creativa

CHE COS’È

I settori culturali e creativi hanno difficoltà ad accedere ai finanziamenti per diversi motivi tra cui:

  • la natura immateriale delle loro attività;
  • le dimensioni ridotte del mercato e l’incertezza della domanda.

Europa Creativa ha stanziato 121 milioni di euro per un Fondo di Garanzia gestito dal Fondo europeo per gli investimenti per conto della Commissione Europea.

Il Fondo di Garanzia - lanciato il 30 Giugno 2016 - mira a rafforzare la capacità finanziaria e la competitività dei settori culturali e creativi e agisce in qualità di assicurazione per gli intermediari finanziari (banche) che offrono finanziamenti per cultura e le iniziative del settore creativo.


QUALI IMPRESE POSSONO ACCEDERE AL FONDO DI GARANZIA?

Le piccole e medie imprese attive nei settori culturali e creativi che hanno la sede legale in UE, Islanda e Norvegia.


COSA SI INTENDE PER SETTORI CULTURALI E CREATIVI?

I settori culturali e creativi si basano su valori culturali e / o espressioni artistiche che possono essere orientate o non orientate al mercato. Queste attività includono la creazione, la promozione, la diffusione e la preservazione di beni e servizi che rappresentano espressioni culturali artistiche o creative.

Le industrie culturali e creative includono: architettura, archivi e biblioteche, artigianato artistico, audiovisivo (film, televisione, videogiochi e multimedia), beni culturali, design, festival, musica, arti dello spettacolo, l'editoria, la radio e le arti visive.


COME SI PUÒ ACCEDERE AL FONDO DI GARANZIA?

Se sei una piccola e media impresa del settore culturale e creativo devi contattare gli intermediari finanziari che verranno selezionati. Il 16 Giugno il FEI ha lanciato una call for expression of interest per la selezione degli intermediari finanziari, quindi devi attendere la prima selezione del FEI.

Se sei un intermediario finanziario, puoi fare domanda tramite la call for expression of interest, che rimarrà aperta fino al 30 Settembre 2020. Per maggiori informazioni puoi consultare il sito web del FEI.


LETTURE, SITOGRAFIA E LINK:

© Copyright 2013-2016  |  Creative Europe Desk Italia - Ufficio Cultura

OK Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando sul pulsante OK, o continuando la navigazione, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.